giovedì 6 ottobre 2011

Un po' di dolcezza

Scusate, in questi giorni è tutto un susseguirsi di problemi e cattive notizie,  di delusioni e di lutti (d'altri, ma fanno male lo stesso).
Ho proprio bisogno di addolcirmi un po' la vita con una piccola consolazione per il corpo, se non per lo spirito..
E per questo non c'è (quasi) nulla di meglio di un "cortado leche-leche", ovvero di un caffè "tagliato" doppiamente col latte.




Si prepara mettendo 1,5-2 cm. di latte condensato sul fondo di un bicchierino di vetro spesso. Su questo poi si fa (con la macchina espresso del bar) un buon caffè. Qui sopra: come appare a questo punto della preparazione. Notate gli strati ben separati, latte, caffè, schiuma del caffè...

Poi si aggiunge (i più bravi riescono a non far mescolare gli strati) il latte fatto schiumare, come per un cappuccino. Raramente offrono di coronarlo con una spruzzata di cannella, e allora è il paradiso!!! (questo in particolare ha avuto la grazia della cannella,  subito dopo la fotografia, nonché il biscotto croccante).




Tutto ciò vale per il nord di Tenerife, diciamo da Santa Ursula a Garachico e forse fino a Santiago del Teide, non ho notizie certe né ricordi sulla restante parte nord né per quanto riguarda il sud. Dove sicuramente non va provato è a Santa Cruz: ovunque vi offrono un innominabile intruglio di caffè e latte, con una bustina di latte condensato a parte! bleah!
E se andate sul Teide, approfittate di uno degli ultimi bar prima di entrare nel cratere vulcanico, perché al bar del Parador, unica costruzione ammessa all'interno del Parco Nazionale, non solo lo fanno come a Santa Cruz, ma lo pagate come champagne!



1 commento:

  1. Grazie bruna, un po' di dolcezza ci voleva proprio!

    RispondiElimina