martedì 3 settembre 2013

Harry Potter


Prima che me ne dimentico del tutto: quest'estate ho letto il primo volume della saga di Harry Potter: Harry Potter and the  Sorcerer's Stone di J. K. Rowling. Sì, in inglese, una copia dell'edizione americana (ho fatto le foto ma le ho perse).
Il libro è bello, bella la copertina, la carta, le immagini, il font, la rilegatura (cit. a memoria, non ho voglia di cercare l'originale).

Meno bello quello che nel libro c'è scritto (dentro). O sono io? Adesso mi spiego.

È un libro per bambini, mi dicono, e io bambino non lo sono più, da tempo, cosa che non depone a mio favore come recensore. Ma tanto il recensionista non lo saprei fare comunque quindi andiamo avanti.

Comincia male, con questa storia lenta dei maghi che portano il bambino piccolo dagli zii. E continua male con tutta l'infanzia di Harry vessato da quei babbani degli zii Dursley e figlio, Dudley, scemo come i genitori. A proposito il termine muggle l'ha inventato la Rowling da mug, dialettale per babbalone. Babbano è bello, lo usava per riferirsi a me una mia amica di quand'ero piccolo: appena la rivedo la picchio.
A me ricorda l'odioso romanzo Pel di Carota, se non vi hanno costretti a leggerlo da piccoli siete fortunati, dimenticate questa frase.

Poi c'è la storia dell'invito alla scuola di magia di Hogwarts. A proposoito vale l'interpretazione hog = maiale e wart = porro, verruca?

Qui c'è il primo cambiamento, c'è l'incontro con il portinaio della scuola, Rubeus Hagrid, l'unico quasi-simpatico (un po' mi assomiglia).
E poi il libro vira sul giallo, o quasi. E chi l'avrebbe detto mai che --no, non ve lo dico, metti che volete leggerlo o vedere il film.
In ogni caso brava l'autrice a metterci dentro anche cose che tutti sanno (loro, lì in Britannia) come Nicolas Flamel; avrà copiato da Terry che lo fa spesso.
Basta finito.

Sì ce ne sarebbero altri, potrei averli in prestito come questo ma la vita è troppo breve per __________ (cit.).
OK, devo dire che ero pre-prevenuto. Da sempre. Appena era uscito in italiano io entro in una libreria, non una di quelle abituali, neanche di Torino, e chiedo per Terry Pratchett. Il commesso non sapeva! (ecco perché non faccio il nome, oggi potrebbe essersi ravveduto o essere stato licenziato (c'è grossa crisi (cit.))) e allora gli dico fantasy, magia, roba così e lui mi fa "AH!" (sì tutto maiuscolo, anche il punto esclamativo) e mi indica l'ingresso con una piramide di Harry Potter che non ti dico. Ci sono voluti quattro altri commessi per liberarlo. OK, fine della divagazione.

Ho fatto una googlata per vedere come sta Harry come fans. Ecco il risultato:


Sta malino, nessuna competizione con Star Trek, 569M. E lo batte anche Star Wars, 38M. Certo che con i suoi 24M è al doppio di Terry Pratchett (12M, pochi ma buoni (cit.)).

Ah! per curiosità ho provato anche con qualche personaggio:
  • James Dean, 179M
  • Elvis Presley, 133M
  • Marilyn Monroe, 124M
  • Lady GaGa 101M
  • The Beatles 13M
Ecco vedi: il detto pochi ma buoni è confermato. Anche dalla controprova: The Exorcist è a 873K (troppi, in questo caso). E poi c'è la controprova della controprova:


OK, smetto. Anche perché non mi ricordo di cosa volevo raccontarvi.
Facciamo che questo post potete anche non leggerlo, nèh.

7 commenti:

  1. però DISCWORLD fan club dà "Circa 231.000 risultati"

    RispondiElimina
    Risposte
    1. OPS! Sbagliato a scrivere. Grassie.

      Elimina
  2. Man mano che si va avanti i libri diventano più complessi. Il terzo secondo me è il migliore, come il film che ne hanno tratto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quindi dici che devo continuare?

      Elimina
    2. Non saprei, magari non è nelle tue corde. Anche io ero partita molto prevenuta, poi alla fine mi sono appassionata - non certo da fan sfegatata, ma i libri alla fine li ho letti i tutti, anche se via via diventavano sempre più cupi (e lunghi, il quarto l'ho patito per questo).

      Elimina
    3. confermo che diventano più cupi. Il quinto e il sesto non mi sono per niente piaciuti, il settimo si è risollevato.

      Elimina
  3. @ Juhan
    Io non dico nulla, anzi sì:
    letti tutti e 7 i libri e visti tutti e 8 i film (7a e 7b).
    Han ragione sia Patrizia che .mau. sulla "cupità" che aumenta, ma secondo me aumenta anche la qualità (stiamo parlando di libri per ragazzi) con una flessione però soprattutto sul sesto.

    Se devi continuare a leggerli?
    son mattoni e ci vuole tempo e poi non sei più un ragazzo ☺
    Il mio consiglio è di vedere il film o leggere il III libro il prigioniero di Azkaban. Se digerisci questo allora sei pronto per papparti tutta la saga.

    RispondiElimina