lunedì 8 settembre 2014

Fiction story (dedicato a George Orwell)





Oggi ci dedichiamo a racconti di "fiction".

Immaginiamo di essere proprietari di un appartamento in un edificio condominiale.

Ai nostri lati abbiamo altri due edifici (chiamiamoli edificio A, B e C rispettivamente).

Ad un certo punto AA, uno dei proprietari del condominio alla nostra sinistra, ci convince a farci soci di un club ristretto, di cui fan parte anche  altri condomini del nostro edificio, con la scusa che insieme ci difenderemo meglio da eventuali delinquenti che volessero entrare con la forza in casa nostra.

Questo club  però prevede che il socio fondatore AA possa avere libero accesso ai nostri rispettivi appartamenti, mentre non è consentita la reciprocità.

Ora, questo socio AA si dimostra ben presto prepotente e si ingerisce nei nostri fatti personali.

Inoltre, grazie a questo libero accesso al nostro edificio, ha occupato praticamente tutto il cortile condominiale, in cui parcheggia le proprie auto, inoltre (sloggiando la nostra roba) alcuni dei nostri armadi  e buona parte dei mobiletti di cucina, per riempirli di roba sua, il suo whisky bourbon, i suoi DVD (non ci è quasi più possibile vedere uno spettacolo che piaccia a noi) ecc.

Anche per quanto riguarda gli acquisti di cibo e attrezzature si ingerisce nelle nostre scelte e ci obbliga a comprare alcuni oggetti di sua proprietà  (che a lui non servono più o sono risultati difettosi) a prezzo pieno come fossero nuovi ed efficienti.

Addirittura un giorno, andando avanti e indietro a suo piacere nel nostro salotto, uno dei  suoi discoli marmocchi butta giù per distrazione e menefreghismo la nostra seg il nostro acquario, i cui pesci muoiono tutti. Però, non solo non accetta di rifondere i danni e di punire il colpevole, ma non chiede neppure scusa. Ma noi supinamente accettiamo ciò, ribadendo così la posizione di predominio di AA.

Nel frattempo la situazione sia di questa occupazione di fatto dei nostri spazi sia l'ingerenza nelle nostre scelte di vita aumenta a poco a poco. AA  installa in quasi tutti gli appartamenti un servizio di videovigilanza, teoricamente per sicurezza degli inquilini.

Però questa sua espansione da buona parte dell'edificio A alla quasi totalità del nostro edificio B pare che non gli basti, per cui vuole estendere il suo incontrastato dominio anche sull'edificio C, con cui neppure confina, se non attraverso l'occupazione abusiva di parte del nostro edificio B.

Per avere però una buona scusa per questo sopruso, istiga tutti gli inquilini dell'edificio A e di quello B contro gli inquilini del C, anche inventando prove su loro vere o presunte malefatte, cui quasi tutti fingono di credere...

Molti condomini dell'edificio C, che già non vanno molto d'accordo fra loro, non hanno l'accortezza di creare un club uguale per difendersi in gruppo, al contrario rispondono alle minacce di AA con minacce. A questo punto AA ha buon gioco per sloggiare i capofamiglia dai vari appartamenti, ad uno ad uno, e sostituirli, in genere contro la volontà della maggior parte delle famiglie, con persone a lui fedeli. Inutile dire che nei vari appartamenti di C in cui questo giochetto è riuscito si svolgono liti furibonde tra i membri della famiglia contrari a questa situazione e quelli che si sono adeguati, magari per tornaconto personale.

AA nel frattempo ha sistemato nei vari appartamenti così "conquistati" alcuni suoi famigli, con la scusa di vegliare sul buon andamento e sulla pace tra i vari membri, e al tempo stesso ha anche qui riempito gli armadi con roba sua, ha portato via materie pr  oggetti di valore ecc. Anche il cortile condominiale di C è ormai parzialmente occupato da auto e camion di AA.

Ma restano i condomini CA e CB, quelli con gli appartamenti più grandi, che insieme rappresentano in millesimi la maggior parte del condominio, quindi difficili da battere "democraticamente".

Inoltre, a dispetto di AA, stanno abbastanza bene economicamente, a differenza di alcuni inquilini di A e di B, che accettano i soprusi di AA per servilismo sì ma anche per tornaconto.




Anzi, poiché AA nella sua espansione ha speso quasi tutte le monete metalliche che teneva nel forziere, sia le sue proprie sia quelle che improvvidamente gli altri inquilini soprattutto di B gli hanno affidato (con il motivo della sicurezza che offriva il tal forziere) e ha emesso una gran quantità di cambiali che non sa più come pagare, sapendo per certo che molte di tali cambiali sono in mano a CB che potrebbe perciò portarlo alla rovina cerca di gettare discredito sia su CA sia su CB, con il consueto sistema delle bugie credibili.

Credibili, perché partendo da dati di fatto inoppugnabili ci ricama sopra con sillogismi assurdi, per cui riesce a far credere sia a buona parte dei condomini di A (alcuni non si sono mai lasciati ingannare) sia a tutti i condomini di B (più creduloni)  che sia CB sia soprattutto CA stiano meditando di comportarsi (come invece si è sempre comportato AA) cioè invadere e di fatto sottomettere gli altri appartamenti, iniziando dai più vicini.

Ad un certo punto la situazione economica di AA si fa veramente preoccupante, sta per arrivare il "redde rationem" della mancanza di copertura delle sue cambiali, che del resto già  in C e perfino in A molti non vogliono più accettare... Anzi, c'è anche il rischio che CA e CB si alleino sia con CC, proprietario di un altro grande appartamento, sia con AB e altri proprietari minoritari di A...



A voi completare questa "fiction" proponendo il finale che vedete più probabile.




5 commenti:

  1. Arriva Papa Francesco e sistema tutto. Vado bene?
    (devo ricordarvi che il blog l'ho 'nissiato io (me))?

    LOL, ovviamente; brava Bruna!
    anzi bravissimissimissima (faccina di Marco).

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Concordo con Juhan.
      Aggiungo solo che oltre a Papa Cecco, la Madonnina che c'è tra il cortile di B e C inizia a piangere lacrime napulitante, arriva Paolo Brosio e tutti sono felici e contenti.

      Posso ricordarvi che ci sono anch'io (me, Serpico rockz!) ogni tanto?

      A parte gli scherzi, anche B è in bancarotta e C vuole solo uno sbocco sul cortile di B senza che AB rompa i coglioni.
      Non ci sarà per forza una guerra.

      Non ci deve sempre essere questo benedetto "vento dell'est".. (cit.)

      Elimina
    2. Non so se vara ma mi dicono che Paolo Brosio è giunto in bicicletta, accompagnato da Don Matteo. E attendono Brunetta.

      Elimina
  2. AA all'improvviso sparisce. Per un anno non si sa nulla di lui. Ritorna sotto altra identità (ha anche cambiato sesso). Circuisce prima CA e lo sposa. Ma già dopo qualche mese diventa l'amante segreta (ricordo il cambio di sesso) di CB.
    Un giorno fa in modo che i due (CA e CB) vengano a conoscenza della situazione. E durante la colluttazione tra i due parte un colpo (CA era armato) e CB muore. Poi punta la pistola contro AA (la zocc...) ma non fa in tempo a sparare che viene pugnalato alle spalle da CC e muore. CC era comparso sulla scena perché avvisato da AA sua amante da qualche tempo (non l'avevo detto: AA se la faceva sia con CB che con CC, la zocc...).
    Colpo di scena, arriva la pula e arresta CC per omicidio. La pula era stata avvisata da AA (non l'avevo detto: AA se la faceva sia con CB che con CC, ma anche con il capitano della pula, la zocc...)
    AA ritorna nel suo condominio e senza più avversari, fa il bello ed il cattivo tempo.

    La morale?
    Fai merenda con Girella!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Carina, se fosse una storia di passioni e sesso... Invece purtroppo è una storia di soldi e potere... La sbocco più probabile è una guerra.

      Elimina