giovedì 14 marzo 2013

Partiamo male, secondo me

Ieri per me è stata una giornata pesante. Cominciata non bene per via di un problema di visualizzazione di Blogspot, tuttora non risolto, che mi si è insinuato nella mente per tutto il giorno, anche quando ero occupato con altre cose.


Come se non bastasse ho dovuto fare anche il manovale per i fratelli e --ho smesso di essere un giovane aitante da tempo-- mi sono stancato parecchio. Cosa che non riesco a spiegare a Pico, nessuna possibilità di fare il riposino pomeridiano.

Ma il peggio è arrivato alla sera, i preti e i loro seguaci.
Intanto, lo dico subito così mi levo il pensiero: RaiNews 24 è come tutte le altri reti Rai: penosa appena si toccano certi argomenti, quasi tutti gli argomenti.


Ho fatto anche un esperimento estemporaneo, finora riuscito: appena vista la fumata bianca ho cominciato a twittare seguendo i miei sentimenti, anzi esagerandoli. L'unica che ha detto "ehmmm" è stata la mia amica Luisa (ottima e razionale come sempre). Altri invece, in modo meno truzzo, sono sulla mia stessa linea, e continuano ancora adesso.

Ma dico: vi sembra normale che non ci siano candidati ufficiali e programmi? Anzi dei nomi sono stati fatti, depistaggio? Quelli sono specialisti, vedi quello che predicano e poi appoggiano Silvio, Formigoni, Polverini e Alemanno.


E il gregge dei credenti: a quelli va bene tutto. E il contrario di tutto. E fanno le adunate oceaniche proprio come quelle del capo del giovane Ratzi o di Kim Il qualcosa.
E Francesco durante il periodo dei sanguinari dittatori fascisti dov'eri? No perché fa figo il nome ma i francescani sono stati inquisitori al pari dei domenicani. E tu sei un gesuita, hai presente il Candide di Voltaire? Oltre che la realtà, certo.


Insomma secondo me partiamo male. Puoi farmi cambiare idea, anzi in fondo ci spero. Che ne dici di partire da Vatileaks, IOR, pretofili, Silvio, Boffo & co. Però fai tu, non voglio certo darti consigli. E paga le tasse, dai l'esempio. E smetti di imporre a tutti noi le tue fisime.

OK, adesso che l'ho scritto mi sento meglio; anzi prendo la becana e faccio contento anche Pico. Solo un'ultima cosa: Galatea è tosta, guarda qui.

10 commenti:

  1. fa piacere leggere qualcuno che come me è molto scettico su questo papa, o comunque sui papi in generale. perchè sono papi, uno vale l'altro, non mi aspetto grandi rivoluzioni. ieri troppe persone, anche non schierate in senso religioso, hanno scritto parole smielate e buoniste su questo papa. posso dire che li trovo tutti un po' ridicoli?

    RispondiElimina
  2. Juhan, non è che hai un antenato romagnolo?
    I peggiori, ovvero migliori, mangiapreti vengono da là.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sarei onorato ma no: Val Pellice, quella di Pinerolo e Langa, quella di papa Francesco.
      E, pensa te, mio nonno (quello di None, a valle della val Pellice) negli stessi anni è andato in Argentina, proprio come il Bergoglio. Poi è tornato, per fortuna.

      Elimina
    2. Sai,mio nonno materno era di Valenza Po e da ragazzino scappò di casa per andare con i Mille di Garibaldi e tornò con spada e fucile, ma questa è un'altra storia.

      Elimina
    3. Questa devi raccontarcela!

      Elimina
  3. Ehi Juhanin, ho appena letto su un libro di Silvye Coyaud, "La scomparsa delle api", che i tardigradi sono in grado di sopravvivere a ogni cataclisma.. possono essere fritti, congelati, messi sotto una pressione gigantesca e questi mica muoiono, ciò!

    Ah, e da quello che ho inteso mi pare siano anche un pericolo per le api.
    Ma il libro l'ho solo sfogliato per ora, magari lo recensisco più avanti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ottima idea. Anche se il libro non è nuovissimo. Però vedo che anche te quando si parla di preti perdi la cugnissiun: i tardigradi erano su un altro post.
      Come me che ho scritto due volte "Pellice" al posto di "Chisone".

      Elimina
    2. Ok, ma è quello che ho trovato in biblioteca!
      Se vuoi che recensisca qualcosa di nuovo, posso recensirti il libro appena uscito di Chiara Lalli "A. La verità, vi prego, sull'aborto", oppure "La sanità di Dio".
      Facciamo La sanità di Dio così mi leggo anche la Lobby di Dio, che ho sottomano da tempo.
      L'ho messo qui per assicurami che lo leggessi, neh!

      Ok, finisco di scrivere una cosa e poi passo il pomeriggio a leggere "La sanità".

      Elimina
    3. Secondo me quello della Sylvie è ottimo.

      Elimina
  4. Ok, allora facciamo così: dalla prossima settimana comincio a scrivere qualche recenzione per il Tamburo, come promesso.

    RispondiElimina