sabato 9 novembre 2013

Debugging



Visto che siamo in tema di debugging, nel senso che stiamo sfatando alcune bufale che circolano in rete (dal fascismo di Guareschi all'esistenza delle sirene) vorrei aggiungere anche questa poco importante ma irritante bufala (e un autentico anacronismo).

Da quando giro sui social network mi sono imbattuta almeno una decina di volte nell'asserzione che Adriano Celentano avrebbe plagiato con "Pregherò" una canzone di John Lennon. A forza di ripeterlo certamente qualcuno ha finito col crederselo, è una tattica nota soprattutto in politica...
Le cose stanno però diversamente.



Ieri sera ho letto un'ulteriore volta questa frottola su un blog che seguo di tanto in tanto (no, non vi do il link, non voglio fargli pubblicità, è un ragazzo cinquantenne intelligente e simpatico, scrive in buon italiano (cosa rara!) e tutto, però ha sempre un atteggiamento irritante.
 "Torniamo ai numeri, una delle poche cose buone fatte dagli Arabi, cioè l’aver zanzato i cosiddetti “numeri arabi” ai veri inventori, gli Indiani, averli battezzati cosa loro e averli portati fino a noi.  Un’infamata planetaria, ancora peggio di Celentano con “Pregherò".

Ho provato a commentare per confutare questo suo errore, ma purtroppo il suo blog è su WordPress, che come ho già detto più volte ha il dente avvelenato con me, non mi permette mai di commentare con il profilo che gli ho dato fin dall'inizio. E se cerco di commentare con il profilo di Facebook o di Google+ mi dice che il commento è duplicato e non lo accetta (però non pubblica neppure quello che ammette di aver già ricevuto...).

Insomma, dopo aver inviato la debita sfilza di accidenti a WordPress e ai suoi creatori e dedicato un ringhio ai suoi utilizzatori, ho risolto di inviargli il mio commento per e-mail: sì, conosco il suo indirizzo, del resto Gmail non mi ha avvisato di non aver potuto recapitare, quindi l'indirizzo è tuttora valido, ergo la mancata risposta è dovuta solo al già citato atteggiamento irritante.

Il commento che volevo postare è questo (nella mail ho aggiunto ulteriori frasi di spiegazione):
"Non dirmi che anche tu hai creduto alla bufala che Celentano con Pregherò ha copiato Stand by me dei Beatles! 
Prima di tutto la canzone è di Ben E.King che la incise nel 1960. Celentano, credo nel 1963, la incise con titolo di Pregherò, nella stessa epoca incise anche Don't play that song dello stesso autore (ricordo
distintamente di aver ballato entrambe le canzoni nelle festine del 1963/64, poi mi sono sposata e non ho frequentato le festicciole, per questo sono sicura della data).
I dischi dei Beatles anteriori alla data d'uscita della versione di Celentano (Please please me e With the
Beatles) non contengono traccia di tale canzone.
John Lennon incise Stand by me una decina d'anni dopo, quando già il quartetto si era sciolto. Anche suo figlio, ancora dopo, incise la canzone."

Insomma, questo commento dice tutto.





Certo, Celentano ha inciso una canzone non sua, ma non ricordo che l'avesse spacciata per tale. È una cosa abbastanza comune tra i musicisti, alcune canzoni sono state interpretate da decine di cantanti diversi e magari hanno avuto più successo con uno di essi che con il compositore o il primo interprete. Che c'è di strano? lo stesso Lennon  del resto l'ha fatto, no? (successivamente!)

Per chi volesse approfondire, ecco i link:

Riepilogando, alcune delle più famose incisioni di Stand by me:
1960 King la compone e in ottobre la incide 
1961 King la pubblica  
1962 Peppino di Capri la canta nella colonna sonora de Il sorpasso
          (aggiornamento: quella che canta ne Il sorpasso è Don't play that song, scusate la mia poca memoria)


1962 Adriano Celentano ne fa un successo in Italia (notate che è forse l'unico che traducendola a Pregherò rispetta la sua origine, infatti era ispirata a uno spiritual)
1964 Cassius Clay (si chiamava ancora così!), sì anche lui la canta...
...
1975  John Lennon la incide e miracolosamente diventa per tutti una canzone sua!
...
1986 Julian Lennon si unisce al novero degli interpreti, tutti ormai sono convinti che sia una canzone di suo padre!
  
Scusate lo sfogo, ma Stand by me e ancor più Don't play that song mi sono molto care (no, nessun ricordo sentimentale!)





Con i Drifters, da cui poi si separò,  King interpretò tra l'altro Save the last dance for me.



Sono stata chiara? ora non voglio più sentir circolare quella bufala!






P.S. siete andati a vedere le soluzioni a pagina 46?



9 commenti:

  1. aggiungo che Lennon cantò "Stand By Me" nell'album Rock and Roll (1975), che contiene solo e unicamente cover di brani rock di fine '50-inizio '60 (e che nacque perché al tempo c'era un'accusa di plagio fatta dal procuratore di Chuck Berry), e che ufficialmente "Pregherò" è ascritta a Ricky Gianco-Don Backy (e Gianco è un esperto riciclatore di canzoni americane - vedi alla voce "Pugni Chiusi"/"When a Man Loves a Woman")

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie per la precisazione, .mau.
      Allora i plagiari sarebbero Ricky Gianco e Don Backy (vabbè il testo, ma si attribuirono anche la musica?).
      Pazzesco, la canzone era già nota...

      Elimina
  2. Di errori lì ce ne cono parecchi: non sono stati gli arabi a aver chiamato così i numeri arabi. Tra l'altro gli arabi scrivono i numeri con caratteri diversi (arabi appunto), storia che .mau. potrebbe raccontarci e se non lo fa lui ... [consideratela una minaccia]. Più grave: poche cose? sicuro? Dai!
    Ma aspetta nu poco-poco (cit.): dire "arabi" così all'ingrosso è come dire "europei", qui .mau. potrebbe fiondarsi su Newton - Leibniz sui simboli per il calcolo integrale altrimenti ... [altra minaccia].

    WordPress con me si comporta bene, lo sa che altrimenti chiudo OK, panico; pensa te che il Tamburo avevo pensato di farlo su WP ma una delle betatester era contraria (quindi Bruna non sei sola).

    Ma c'è 'na roba kwy che devo proprio dire, che poi è anche propositiva: io ho già parlato di Save The last dance, la mia canzone (una delle _). Cosa ne sanno/pensano i ciofani? O sono tutti persi dietro a LadyGaGa? Che comunque meriterebbe uno o più post a prescindere, nèh!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai perfettamente ragione, Juhan. Non ero entrata nel merito degli arabi (tra l'altro, come sai, per la matematica e le scienze in generale sono una capra), quello che mi aveva colpito era la faccenda di Celentano plagiario. E anche alla luce di quanto spiegato da.mau. non credo che il D.D. intendesse la firma di Ricky e Don su una canzone altrui, penso proprio che si riferisse invece alla diffusissima credenza (anche fuori da internet l'ho udita decina di volte) del plagio (a priori???) di Celentano vs. Lennon.
      Penso anch'io che i nostri giovani potrebbero trarre giovamento da una seduta di canzoni anni '50-'60: prima di tutto molte le avranno già ascoltate nella colonna sonora di qualche film (alcune sono "immortali" nel loro piccolo) e potrebbe essere interessante sapere da dove provenivano, inoltre in gran parte son molto più belle di quelle attuali o degli ultimi anni, se devo dar ragione alle mie orecchie (non mi metto ad ascoltarle apposta, ma si sentono in giro). Un altro motivo può essere il confronto con le attuali incisioni, molto artefatte (il photoshop della musica...), credo che addirittura con i metodi odierni potremmo incidere un disco tu ed io in duetto, senza sfigurare! infine, non si vive di sola musica classica (questo lo dico per il nostro Leo).

      Elimina
    2. troppa fatica, ma chissà se in futuro le cose però cambieranno (magari non per merito mio...)

      Elimina
  3. Bruna, guarda che Dottordivago, mio concittadino per altro (così se passi da Alessandria ci saluti in due), ti ha ripescata dallo spam in cui eri finita misteriosamente e ti ha risposto.

    RispondiElimina
  4. e poi dov'è pag. 46 accidenti?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Guarda adesso a destra sotto i commenti e clicca sull'immagine.
      Sperando che vada bene agli zii.

      Elimina
    2. Marco (aqquesto ^) rockz!

      Elimina