giovedì 2 febbraio 2012

Prêt-à-Porter


Che ne direste di una lista di frasi fatte, pronte per l'uso? (uì on parl fransè, se del caso, almeno nel titolo)


Bene, allora questo è solo l'inizio, contiamo sulla vostra collaborazione. La cosa è nata come ricerca presso l'UUAM; il presente post è un pre-print con i contributi di Francesca (prossima coautrice del blog) e Juhan, sotto la supervisione del Bibliotecario di UUAM.


Contiamo sulla vostra collaborazione, è una causa meritoria. Pensate: invece di dover mettere in fila le parole secondo convenzioni più o meno consolidate, legate da paroline più piccole che da sole non rappresentano niente di concreto ma che sono indispensabili per fare la frase, come la malta tra i mattoni per fare un muro (non a secco).


Ecco, nella speranza di aver reso l'idea della ricerca che ha l'obiettivo di diventare corposa almeno quanto (se non di più) di Wikiquote ecco la prima bozza.


1. È un disastro
2. Povera Italia
3. Dove andremo a finire
4. Una volta, ai miei tempi
5. Io vorrei proprio vedere se non ci fossi io
6. E io pago
7. Non sei tu, sono io
8. Si Stava meglio quando si stava peggio


Naturalmente c'è chi la pensa diversamente, come qui l'Umberto --no non il padre del Trota-- l'Eco

Ma si sa: il mondo è bello perché è vario (Uh, consideratela come la n. 9)

 


2 commenti:

  1. ne avrei altre due:

    - è tutto un magna magna
    - tanto ci rimettono sempre gli stessi

    RispondiElimina