domenica 28 ottobre 2012

Il mondo infestato dai demoni


L'altro giorno mi sono incazzato nero con una cognata, über-reazionaria, bigotta e dogmatica. Ma questo non c'entra con l'incazzatura. No il motivo è l'omeopatia. Lei e una banda di sue consimili hanno deciso che Nonna (sarebbe la mia mamma) deve fare una cura con i Fiori di Bach. Io non ne sapevo niente, ho sentito quando ha portato due scatolette a Nonna dicendo: "E questa è una cura che fa effetto alla lunga, non devi pensare di sentire gli effetti dopo un paio di giorni, devi perseverare".
Ho chiesto, detto che queste robe non sono provate, che non è vera medicina, difatti non serve la ricetta.
Ho chiesto perché non avete chiesto al medico e mi è stato detto che con Pinuccia aveva funzionato e Valentina (l'aiuto farmacista nostra parente) lo raccomandava, anzi l'aveva fatto arrivare apposta. E poi erano tutte d'accordo, solo io a fare il solito rompiscatole.
Ho reagito male, tirando in ballo Appadreppio e la Madonna di Medjiugorje (la loro Madonna preferita, potrei raccontarne...).
L'ho detto a mia sorella (30 anni di servizio in una farmacia comunale prima che il comune la privatizzasse, adesso è all'anagrafe) e lei mi ha detto: "sì, ottimo, è una cura che fa effetto alla lunga".


Poi l'ho raccontato a Bruna, via mail. Di solito se lo racconto a qualcuno mi sfogo e mi passa. Bruna è saggia e ha detto di non prendermela, fa parte della nostra cultura...
Non mi sono calmato, mi è rimasto qui.
E così ieri sera ho tirato fuori The Demon-Hauted World di Carl Sagan, 1996.


A p.26 spiega il perché del sottotitolo:
A Candle in the Dark is the title of a corageous, largely Biblically based, book by Thomas Ady, published in London in 1656, attacking the witch hunts then in progressas a scam to delude the people.
Ok, a me il sottotitolo non piaceva ma adesso è OK.
Poi a p.27 (sono arrivato solo fin lì) dice:
There is much that science dosesn't understand, many mysteries still to be resolved. In a Universe tens of billions of light-years across and some tens or fifteen billion years old, this may be the case forever. We are constantly stumbling on surprises. Yet some New Age and religious writers assert that scientists believe that "what they find is all there is". Scientists may reject mystic revelations for which there is no evidence except somebody's say-so, but they hardly believe knowledge of Nature to be complete.
Science is far from a perfect  instrument of knowledge. It's just the best we have.
[...]
One of the reasons for its success is that science has built-in, error-correcting machinery at his very heart. Some may consider this an overboard characterization, but to me every time we exercise self-criticism, every time we test our ideas against the outside world, we are doing science. When we are self-indulgent and uncritical, when we confuse hopes and facts, we slide into pseudoscience and superstition.
Ecco sono arrivato fin qui. Poi mi sono addormentato sognandomi indaffarato con il Metodo Scientifico.


Ma lo leggi in inglese? Non c'è in italiano?. Sì, pubblicato da Baldini-Castoldi, esaurito. Lo ristampano? Non credo: queste cose non tirano.

Uomini di poca (o niente) fede: l'hanno ristampato!

9 commenti:

  1. Guarda che l'hanno ripubblicato!!
    E in alcune parti il trascritto è sbagliato.

    Sua Spaghettosità (doveroso inchino) mi ha detto che lo hanno ristampato!!

    Per quanto riguarda l'omeopatia, fagli leggere MedBunker, che sono sicuro già conosci.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Fargli leggere? leggono solo il catechismo (ripassano lo sanno tutto a memoria) e il bollettino di Medjugorje.

      Elimina
    2. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina
    3. Juhan, ri ripeto, porta pazienza! tu ti rovini la salute arrovellandoti, e loro non si smuovono certo dalle loro credenze (a proposito, non ho più saputo: è poi apparsa puntuale la madonna di Medjugorje ai pellegrini arrivati fin là col viaggio organizzato di cui han pubblicato il volantino su Facebook? spero che dopo tanta fatica e tanta spesa abbia rispettato la data prefissata per l'apparizione!)
      Ecco, semmai vigila perché non "curino" così malattie importanti, per le malattie psicosomatiche o il raffreddore van bene anche i fiori di Bach, tutt'al più il raffreddore invece dei soliti sette giorni durerà loro una settimana!

      Elimina
  2. Di Fede ne abbiamo già avuto abbastanza, e poi come fai a prendertela per i fiori di bach (meglio le fughe comunque) in un paese che condanna i sismologi ch e non prevedono i terremoti?
    Comunque io a medjugorie ci sono andato perché non ne perdo uno di questi posti dove si scatena il credo popolare, mi interessano molto e una che stava di fianco a me vedeva la madonna, c'è poco da fare , se uno ci crede , non puoi controbattere , è inutile parlare.

    RispondiElimina
  3. Questa l'ho sentita in farmacia: "Da quando mi curo con l'omeopatia spendo un sacco di soldi".
    E' così; a destra e a sinistra, al centro e sopra e sotto: se sei ignorante, ma spendi, sei contento e fiducioso, anche se bevi solo acqua!
    Almeno le preghiere sono (erano) gratis...

    RispondiElimina
  4. Sì, non c'è niente da fare, inutile osservare che le cure omeopatiche le si deve portare avanti "più a lungo" perché è lo stesso tempo che impiegherebbe la malattia (non grave) a risolversi da sola. Tra fede ed effetto placebo la gente si sente più sicura così, la scienza e la tecnologia sono troppo avanti rispetto a certi schemi mentali del nostro cervello ominide - che in questo non si è evoluto per niente, temo.

    RispondiElimina
  5. Omeopatia e floriterapia non sono proprio la stessa cosa...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. dici che ho fatto di tutte le erbe un fascio?

      Elimina