domenica 20 novembre 2011

Qui, Quo e Qua

Il post di Bruna sull'apostrofo Benedetto apostrofo! (ma non solo) ha dato origine, giustamente, a un dibattito di ampio respiro. Si è presto arrivati al tedesco, io ho scoperto un post antico di Dioniso davvero entusiasmante e chissà cos'altro seguirà.



Ma la materia è ben lungi (l'ungi?) dall'essere esaurita!
Per esempio il reperto in figura illustra l'uso in inglese dell'elisione (credo si chiami così, pronto a correggermi subito). OK, esagera un pochino ma mica poi tanto: è raro vedere scritto do not quando puoi risparmiare uno spazio e una o scrivendo don't.

Che io sappia (anche qui pronto a correggermi prima di subito) l'unica parola italiana che si possa assoggettare a tale pratica è po' (per poco). Vero che io sono uso usare (lo so che non si dovrebbe scrivere così ma a me piace tanto violare le regole, facendo attenzione peraltro a che nessuna lettera o segno di interpunzione venga maltrattato nell'operazione) 'puter per computer. Me l'ha insegnato Phil Plait e voglio proprio vedere se qualcuno ha il coraggio di dire qualcosa contro Phil.


C'è comunque un'altra cosa che mi spinge a redigere questa nota: l'ambiguità della lingua, in alcuni casi a livello paradossale.
Supponiamo di recarci a Paperopoli e di trovarci di fronte a un nativo che, dopo avervi salutato, vi enunci "Sono Qui" o anche "Sono Qua".
Ecco come dovreste intendere l'affermazione? Potrebbe voler dire che entrmbi vi trovate lì (non c'interessa in questa sede disquisire sulla differente valenza dei due avverbi), ma potrebbe anche essere l'enunciazione del proprio nome, una auto-presentazione, caso quest'ultimo di maggior rilievo semantico. Ma è comune, specialmente tra gli americani, trovare sulle mappe appese nei luoghi come le stazioni della metropolitana la scritta "You are here" che vuol dire proprio "Tu sei qua" non certo nel senso che quello sia il tuo nome (dai molto improbabile!). Ecco io in un caso del genere sarei molto imbarazzato. Nessun problema invece se il nativo di cui sopra enunciasse "Sono Quo".


Per chi volesse approfondire consiglio Gödel, Kurt: Über formal unentscheidbare Sätze der Principia Mathematica und verwandter Systeme, I. Monatshefte für Mathematik und Physik 38: 173-98.

2 commenti:

  1. Mi hai fatto torcere dal ridere!
    Ma quel mattone in tedesco te lo leggi tu!!!

    RispondiElimina