martedì 28 maggio 2013

Dalla "pauta" alle stelle

Stasera Luca Parmitano parte da Baikonur per una missione di sei mesi sulla ISS, e mi sembra giusto cercare di elevare un pò il blog... dalla "pauta" (fango) di Juhan alle stelle. Non che il fango non serva, anzi... memento qui pulvis es! Ma a me piace guardare in alto.

Così domenica sera sono salito a Superga, non in pellegrinaggio alla lapide del Grande Torino o alle tombe dei Savoia, ma a fotografare da lì la rara congiunzione di tre pianeti: Mercurio, Venere e Giove quasi a braccetto nel cielo del tramonto. Non capita spesso, la prossima volta sarà fra 13 anni.

Mentre preparavo la macchina fotografica ho assistito ad uno straordinario tramonto sulle Alpi, spazzate dal vento di phoen. Purtroppo Blogger riduce troppo le foto, vanno viste in originale e a tutto schermo, ma insomma, dovete accontentarvi.





 Il Monviso, ovviamente - Juhan direbbe che siamo in Padagna del NW, neh?


Poi, finalmente, i tre pianeti sono comparsi nella luce del tramonto



Mercurio a sinistra, Venere in basso, Giove in alto.

Venere tramonta. La stella in alto a destra è Alnath o El Nath, beta Tauri.


In basso c'era la Ville Lumiére... cioè la sorgente principale di inquinamento luminoso. Il corso in primo piano dovrebbe essere C.so Belgio, a destra C.so Francia, in fondo c'è il Castello di Rivoli. Si vede bene la Mole, e il mostruoso grattacielo nuovo, lì sulla destra.

Un dettaglio del centro - la Mole, la facciata di un palazzo che mi sfugge (Juhan?), P.zza Castello, via Roma, il mostro.


Infreddolito, ma contento della fantastica serata, son tornato giù verso casa. Stasera, tant per cambiè, piove.


10 commenti:

  1. Quel palazzo illuminato, che sembra l'altare della patria in Roma, "dovrebbe" essere Palazzo Reale, ma è troppo in distesa frontale per essere lui. Palazzo Madama? Ma è la parte che dà verso via Po, quindi dovrebbero vedersi le torrette. Boh, Juhan pensaci tu...
    Foto tutte bellissime, da sogno anche in formato ridotto; la città in notturna è fantastica. Il mostro, che lo è veramente, di chi é? E chi ha autorizzato il lancio permanente di quel dito medio proteso verso il cielo? Cattelan, non pago di quello milanese?
    Ciao, complimenti e grazie.

    RispondiElimina
  2. San Paolo & Renzo Piano per il mostro.
    L'Altare della Patria è dieto via Roma (si vede bene la torre), quindi: 1) boh? 2) da verificare sul posto, prossimamente.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' dietro via Po, mi sa che è il davanti di Palazzo Carignano su p.zza carlo Alberto, strailluminato.

      Elimina
    2. Mi sa che hai ragione.

      Elimina
    3. E lui, se vuoi guarda l'immagine originale - è in https://www.dropbox.com/s/g2444o9qtfgbf45/DSC_4946.tif - così capisci perchè mi arrabbio quando devo caricare foto su Blogger ;-)

      Elimina
  3. Triangolo affascinante.
    Complimenti per le foto (ma anche per la pazienza e la costanza ☺)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Marco, no, questa è improvvisata, decisa giusto qualche ora prima, sapendo ovviamente cosa fare e avendo presente il posto.
      Se vuoi vedere cosa significano pazienza e costanza devi studiare il lavoro di Stefano De ROsa - per fare questa http://ofpink.files.wordpress.com/2012/02/img_0951.jpg ci ha messo tre anni e mezzo.

      Elimina
    2. @ Marco Bruno
      Stupenda!!!
      Non capisco però i tre anni e mezzo; c'è una qualche tecnica che non afferro?

      Elimina
    3. Abbiamo avuto la fortuna di avere Stefano ospite del nostro circolo, qualche settimana fa. Ci ha raccontato delle tecniche che usa per pianificare una foto del genere e, credimi, non è banale. Siamo rimasti ad ascoltarlo interessatissimi per oltre un'ora. Devi calcolare le dimensioni relative dei due oggetti, poi cercare da quale punto puoi catturarli con l'angolo giusto. Devi studiare in quale data e ora la Luna sorgerà proprio lì con la fase giusta, ed essere pronto e disponibile. Poi il meteo deve collaborare, e non ci devono essere ostacoli imprevisti (alberi, gru...), quindi sono necessari sopralluoghi e così via. Alla fine ci ha messo anni! (fra l'altro, per i torinesi, la foto è fatta da c.so Giulio Cesare)
      Stafano dice che per fare 30 foto buone ne ha scattate 30.000 . Sono sulla buona strada, l'otturatore della mia Nikon è oltre quota 60.000 (and counting)

      Elimina
    4. @ Marco Bruno
      Grazie per la risposta. Credo di aver capito, o almeno riesco ad immaginarlo.

      Elimina